Tag Archivio per: manti ceramic

cappotto

CAPPOTTO AD ALTO SPESSORE O CAPPOTTO A BASSO SPESSORE?

L’isolamento termico è il principale intervento di efficientamento energetico da pensare per un edificio. Prima del fotovoltaico o delle pompe di calore, è importante limitare la dispersione termica, proprio per non rendere poco efficaci altri sistemi di risparmio energetico che si volessero installare. Ma meglio cappotto ad alto spessore o cappotto a basso spessore?

Il cappotto termico è sempre stata la soluzione tradizionale per isolare termicamente un edificio. I materiali isolanti più frequentemente utilizzati in edilizia sono però materiali che necessitano di spessori importanti, di diversi centimetri, per poter essere efficaci.

Gli ultimi anni hanno visto arrivare sul mercato diverse soluzioni innovative.

cappottoQueste permettono di fare un isolamento termico a basso spessore. Il vantaggio del basso spessore è evidente, perché consente di evitare tutti quei lavori strutturali costosi, lunghi ed esteticamente fastidiosi, che invece sono necessari per poter installare dei pannelli isolanti da 8, 10, 12 o 15 centimetri di spessore.

Vediamo quali sono le differenze.

Per poter dare una risposta, ci concentreremo solamente sulle soluzioni a basso spessore cosiddette “nano ceramiche”, anche se non sono le uniche disponibili.

Come fa un cappotto ad alto spessore ad isolare termicamente? Isola perché funziona con la resistenza termica cioè la capacità di quei materiali (polistirolo, polistirene in genere, lana di roccia ecc) di rallentare il passaggio del calore. Anche se il calore passa tutto, ci mette del tempo proprio grazie alla resistenza termica del materiale isolante. Il tempo del passaggio viene chiamato sfasamento termico. Quindi, ad esempio, d’inverno il calore generato dal riscaldamento non uscirà subito, ma si accumulerà sui pannelli isolanti e solamente dopo 12-14 ore sarà passato e uscirà fuori, all’esterno. Ma dopo 12 o 14 ore sarà ormai sera inoltrata. Normalmente il riscaldamento viene abbassato durante le ore notturne. Ecco quindi che, proprio quando serviva avere la casa più calda, il calore si è mantenuto all’interno e si è anche risparmiato sulla bolletta.

Purtroppo il meccanismo funziona meno bene d’estate. Anche se è tecnicamente uguale, il calore proviene dall’esterno e, quando si farà sera, i pannelli rilasceranno il calore verso l’appartamento abitato. Ciò vanificherà una parte della capacità isolante. Ecco perchè cerchiamo di farti riflettere: cappotto ad alto spessore o cappotto a basso spessore?

Un nano ceramico di qualità, come ad esempio il Manti Ceramic, isola in maniera completamente differente. Il reticolo molecolare del prodotto funziona come uno scudo termico che blocca quasi completamente il passaggio del calore. Quindi nessuno sfasamento, ma proprio una barriera impenetrabile al calore (o quasi). Ecco perché basta uno spessore di pochi millimetri e perché Manti Ceramic funziona altrettanto bene d’inverno come d’estate.

Cappotto ad alto spessore o cappotto a basso spessore? Non sembrano esserci dubbi sulla risposta!

 

media

La versione Media Densità Manti Ceramic è la versione liquida dell’isolante nanotecnologico più famoso del mercato e costituisce la finitura ideale di un sistema isolante.

L’applicazione della Media Densità è a spruzzo o a rullo.

La semplicità applicativa rende il prodotto adatto all’utilizzo per la correzione dei ponti termici, anche per il minimo spessore utilizzabile da 1 a 2 millimetri al massimo.

finitura ideale L’utilizzo più interessante della versione a Media Densità è come finitura isolante. La lambda di questa versione è infatti migliore di quella in pasta (Alta densità). Inoltre, la versione a Media densità può essere usata come finitura, essendo impermeabile e non avendo quindi bisogno di ulteriore protezione.

La versione Media Densità di Manti Ceramic è perfetta per ritinteggiare palazzi d’epoca garantendo un buon isolamento, oppure per correggere i ponti termici di fregi in rilievo.

La soluzione ideale per un isolamento nanotecnologico è la seguente: definire lo spessore necessario di Manti Ceramic Alta densità e sostituire gli ultimi due millimetri con un millimetro di finitura a Media Densità che può essere anche colorata.

Ecco un esempio concreto: devo applicare 8 millimetri di Alta Densità. In questo caso la finitura è con un intonachino civile silossanico come il Silox Plaster di Savenergy.it.

In alternativa, si possono fare 6 mm di Alta Densità e una finitura di 1 millimetro di Media. Il risultato isolante sarà lo stesso, ma con un risparmio dell’intonachino e con una manodopera semplificata.

Con quasi 38.000 visitatori, si è conclusa la scorsa settimana la fiera di Bologna SAIE 2022 dedicata all’edilizia. Un successo importante dopo i due anni di chiusura a causa dei lockdown.

C’era molta voglia di fiera e di incontrare le novità esposte.

Uno degli stand più visitati è stato sicuramente quello di Savenergy.it che ha presentato il microcappotto Manti Ceramic.

Si è trattato di un vero successo per Manti Ceramic. Centinaia di tecnici progettisti e imprese si sono susseguiti nello stand per conoscere meglio, o per la prima volta, uno dei prodotti più innovativi del settore.

saie 2022Per far conoscere a fondo il prodotto (il microcappotto a bassissimo spessore che consente di evitare i lavori strutturali, risolve i ponti termici, ed è anti muffa, resistente, ignifugo e atossico), è stata anche organizzata una conferenza il primo giorno di Fiera, anche in questo caso con un notevole successo date le numerose persone costrette in piedi perché terminati i posti a sedere.

Anche al SAIE 2022 si è quindi confermato il grande interesse per questo prodotto innovativo importato in esclusiva in Italia da Savenergy.it, un vero successo per Manti Ceramic.

Per maggiori informazioni sul microcappotto Manti Ceramic potete visitare anche i siti:

www.manticeramicitalia.it e www.manti-italia.it

Il lago Balaton, quasi 600 km2 di acqua dolce che ne fanno il cosiddetto “mare d’Ungheria”, è stata teatro di una grande regata di barche a vela.

L’evento della regata sul Lago Balaton è un’esperienza straordinaria che unisce la passione per la vela alla bellezza naturale e culturale di questa regione unica. Situato nel cuore dell’Ungheria, il Lago Balaton offre un ambiente spettacolare per la navigazione, con le sue acque calme e le pittoresche cittadine lungo le sponde.

Durante la regata sul Lago Balaton, equipaggi provenienti da tutto il mondo si riuniscono per competere in una serie di gare emozionanti. Questo evento attira sia marinai professionisti che appassionati di vela, creando un’atmosfera vibrante e inclusiva. Le regate possono variare in termini di lunghezza e difficoltà, offrendo sfide per ogni livello di esperienza.

Oltre alle competizioni, l’evento della regata sul Lago Balaton offre anche molte opportunità per esplorare la regione circostante. Le sponde del lago sono punteggiate da incantevoli villaggi, castelli medievali e vigneti pittoreschi, offrendo agli partecipanti la possibilità di immergersi nella cultura locale e scoprire le meraviglie del territorio.

Con la sua combinazione di avventura sportiva e bellezza naturale, la regata sul Lago Balaton è un’esperienza indimenticabile per tutti coloro che amano la vela e desiderano esplorare nuovi orizzonti.

Tra le barche partecipanti alla regata, chiamata “Nastro Blu”, anche la barca sponsorizzata da Manti Ceramic. E’ stata colta anche l’opportunità del 40° anno di fondazione dell’azienda produttrice del microcappotto.

Ecco alcune foto della regata e del nostro gruppo di collaboratori ungheresi presenti all’evento.

MANTI CERAMIC VELEGGIA SUL LAGO BALATON

L’equipaggio Manti Ceramic è stato anche intervistato dalla televisione locale. Un’altra occasione per mettere in mostra il marchio del prodotto nanotecnologico europeo di maggior successo degli ultimi anni nel settore dell’edilizia. Ormai Manti Ceramic ha superato anche i confini continentali, mettendosi in competizione con i migliori prodotti isolanti americani e giapponesi.

MANTI CERAMIC VELEGGIA SUL LAGO BALATON

 

Termografia palazzo isolato con Manti

Il microcappotto Manti Ceramic ha ormai quasi raggiunto i CINQUE anni di applicazioni in Italia.

Ci sono centinaia gli edifici che stanno beneficiando dei vantaggi di questo tipo di isolamento termico. Decine le prove termografiche effettuate sul campo. Tra queste, anche prove in paragone a materiali tradizionali che confermano abbondantemente la capacità isolante del prodotto.

Ecco quali sono i vantaggi di questo prodotto che garantiscono il successo che merita anche nel mercato italiano dopo cinque anni dall’introduzione

I VANTAGGI DEL MANTI CERAMIC

  • Resistenza agli agenti atmosferici: offreuna protezione efficace contro pioggia, neve, vento e altre condizioni atmosferiche avverse, contribuendo a preservare l’integrità delle superfici edilizie nel tempo.

  • Resistenza meccanica: resiste a urti, abrasioni e altri danni meccanici, garantendo una maggiore durabilità delle superfici trattate.

  • Resistenza al fuoco: è altamente resistenti al fuoco, offrendo una protezione aggiuntiva contro incendi e alte temperature, e contribuendo così alla sicurezza delle strutture edilizie.

  • Isolamento termico: migliora l’isolamento termico delle superfici, riducendo la dispersione di calore durante l’inverno e mantenendo un clima più confortevole all’interno degli edifici, con conseguente risparmio energetico.

  • Resistenza alle muffe e agli agenti biologici: previene la formazione di muffe, alghe e altri agenti biologici sulla superficie trattata, contribuendo così a mantenere gli edifici puliti e salubri.

  • Facilità di manutenzione: una volta applicati richiede una manutenzione minima e sono facili da pulire, riducendo così i costi e il tempo dedicato alla manutenzione 

  • Versatilità: può essere utilizzato su una vasta gamma di superfici edilizie, inclusi calcestruzzo, intonaco, mattoni e molto altro ancora, offrendo così una soluzione versatile per la protezione e la decorazione delle strutture.

  • Aspetto estetico: oltre ai benefici funzionali può migliorare l’aspetto estetico delle superfici trattate, grazie alla loro varietà di colori, texture e finiture disponibili.

Nella foto qui sotto è riprodotta una termografia di un palazzo isolato con il Manti Ceramic e, di fianco, un palazzo dello stesso costruttore, con gli stessi muri e realizzato nello stesso anno, senza isolamento (il palazzo scuro evidenzia la poca dispersione termica grazie al Manti; nel palazzo senza isolamento si vedono i colori giallo e rosso che mostrano la notevole dispersione termica)

cinque anni